Stampa

I816 - Avviata istruttoria per presunta intesa nella gara indetta da SORESA per i servizi di raccolta e gestione dei rifiuti sanitari in Campania.


COMUNICATO STAMPA


immagine allegata

Nella riunione del 27 settembre 2017, l’Autorità ha deliberato l’avvio di un procedimento istruttorio per possibili condotte anticoncorrenziali, in violazione dell’art. 101 TFUE, poste in essere dalle società Langella S.r.l., Ecologica Sud S.r.l., Bifolco &Co. S.r.l., Ecosumma S.r.l. ed Eco Transfer S.r.l. in occasione della partecipazione alla prima gara bandita da SO.RE.SA. (Società Regionale per la Sanità S.p.A.) per l’affidamento del servizio di raccolta e avvio a smaltimento dei rifiuti sanitari pericolosi e non pericolosi delle aziende sanitarie locali della Regione Campania.

In particolare, le società coinvolte, tutte precedenti gestori del servizio, potrebbero aver realizzato un’intesa restrittiva della concorrenza volta alla ripartizione dei lotti messi a gara, presentando offerte tecniche tutte riconducibili a un medesimo formato ed evitando di partecipare in concorrenza tra loro nei diversi lotti.

L’istruttoria, avviata su segnalazione della stessa SO.RE.SA., stazione appaltante, dovrà concludersi entro il 31 ottobre 2018.

I provvedimenti di avvio del procedimento sono stati notificati oggi nel corso di alcune ispezioni effettuate dall’Autorità in collaborazione con il Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza.

Roma, 3 ottobre 2017