Stampa

Sanzione di 170.000 euro a Easyjet per tariffe “low cost” ingannevoli


COMUNICATO STAMPA


Comunicato Stampa

 

SANZIONE DI 170.000 EURO A EASYJET
PER TARIFFE “LOW COST” INGANNEVOLI

Con una multa di 170.000 euro, l’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato ha sanzionato la compagnia aerea Easyjet con sede nel Regno Unito, specializzata in voli “low cost”, per una pratica commerciale scorretta. Al termine del procedimento avviato il 20 giugno 2014, l’Antitrust ha accertato che l’operatore pubblicizzava attraverso il proprio sito Internet una proposta promozionale a prezzi particolarmente vantaggiosi, “senza rendere evidente in maniera adeguata al consumatore le effettive condizioni e limitazioni dell’offerta”.

In particolare, le condizioni offerte sul sito della compagnia per un volo di sola andata sarebbero disponibili soltanto per un viaggio effettuato da due passeggeri o di un viaggio andata/ritorno. Nel caso di prenotazione singola, invece, la tariffa finale risulterebbe maggiore rispetto a quella pubblicizzata. Secondo l’Antitrust, infine, le informazioni fornite da Easyjet al momento della prenotazione – come si legge nel testo del provvedimento - “sarebbero insufficienti a rendere consapevole il passeggero della limitazione alla quale è soggetta l’offerta”.

Nella determinazione della sanzione, l'Autorità ha tenuto conto della condotta di EasyJet che, nel corso del procedimento, ha eliminato i profili di ingannevolezza contestati e adottato misure tese ad aumentare la trasparenza nei confronti dei consumatori.

Roma, 2 febbraio 2015