Stampa

C10915 - Via libera all’acquisizione di Mediocredito da parte di Poste Italiane


COMUNICATO STAMPA


COMUNICATO STAMPA

ANTITRUST DÀ IL VIA LIBERA ALL’ACQUISTO DI MEDIOCREDITO DA PARTE DI POSTE ITALIANE

L’operazione non comporta la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante in grado di eliminare o ridurre la concorrenza

Via libera dell’Antitrust all’acquisto, da parte di Poste Italiane, del 100% delle azioni di Unicredit MedioCredito Centrale S.p.A. Secondo l’Autorità, che ha deciso nella riunione del 23 febbraio 2011, l’operazione non determina infatti la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati interessati tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza.

I settori su cui avrà effetto la concentrazione sono: 1) servizi di gestione di strumenti agevolativi pubblici a sostegno dello sviluppo delle imprese, resi a favore degli enti promotori; 2) emissione di co-garanzie a favore delle imprese garantite in forma diretta dai Confidi; 3) comparto delle controgaranzie a favore dei Confidi; 4) servizi resi ai Confidi per l’ottimizzazione e la razionalizzazione delle relative attività offerte alle imprese; 5) impieghi alle famiglie produttrici, alle PMI e alle imprese di medie e grandi dimensioni. Si tratta di mercati nei quali, secondo l’Antitrust, l’operazione non dà luogo a sovrapposizioni orizzontali tra le attività esercitate dalle imprese coinvolte.

Quanto invece alla struttura distributiva alla quale Poste Italiane ricorrerà per l’erogazione dei servizi, avverrà, in una prima fase, attraverso una parte della rete di sportelli di Poste Italiane e successivamente su una rete più ampia. A parere dell’Antitrust la distribuzione dovrà essere organizzata con modalità tali da non comportare effetti distorsivi sotto il profilo concorrenziale e da garantire pari opportunità di accesso.

 

Roma, 24 febbraio 2011