Stampa

I695 - LISTINO PREZZI DEL PANE


COMUNICATO STAMPA


Collegamenti:
Provvedimento del 10 ottobre 2007


COMUNICATO STAMPA

PANE: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA PER POSSIBILE INTESA RESTRITTIVA DELLA CONCORRENZA NEI CONFRONTI DELL’UNIONE PANIFICATORI DI ROMA E PROVINCIA


La diffusione di un listino di prezzi consigliati potrebbe aver causato aumenti indifferenziati

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 10 ottobre 2007, ha deciso di avviare un’istruttoria per possibile intesa restrittiva della concorrenza nei confronti dell’Unione Panificatori di Roma e Provincia.

L’istruttoria dovrà verificare se la diffusione di un listino dei prezzi e l’indicazione del loro aumento, alla luce dell’incremento del costo del grano, abbia ristretto la concorrenza. In particolare, secondo l’Autorità, l’indicazione dell’associazione potrebbe aver indotto un aumento generalizzato e sostanzialmente uniforme, e comunque superiore a quello che si sarebbe verificato in assenza dell’indicazione e del tariffario, da parte degli oltre 8.000 panettieri che operano nella provincia.

L’istruttoria, che dovrà concludersi entro il 18 luglio 2008, è stata avviata anche alla luce di una segnalazione ricevuta dall’Associazione “Altroconsumo”, secondo la quale gli aumenti del prezzo del pane annunciati nelle principali città italiane potrebbero essere il risultato di comportamenti concertati.

Nella segnalazione si fa riferimento all’assemblea straordinaria dell’Unione Panificatori di Roma e Provincia del 23 settembre 2007, al termine della quale sarebbe stato ufficialmente reso noto in che misura sarebbe stato necessario aumentare il prezzo del pane a Roma.

Altroconsumo ha inoltre inviato all’Autorità un listino prezzi stampato sulla carta intestata dell’Unione Panificatori di Roma e Provincia che indica i prezzi consigliati, all’ingrosso e al pubblico. Il prezzo finale indicato è di 2,60/2,80 euro per la rosetta a 2,20/2,40 euro per il casereccio mentre per gli altri tipi di pane o prodotti da forno si consiglia di applicare una maggiorazione da 0,30 a 0,50 al kg.

Il provvedimento è stato notificato all’Unione Panificatori di Roma e Provincia nel corso di alcune ispezioni effettuate oggi dai funzionari dell’Autorità, coadiuvati dal Nucleo Speciale Tutela della Concorrenza e del Mercato della Guardia di Finanza.


Roma, 15 ottobre 2007