Stampa

GENERALI-TORO: ANTITRUST SCRIVE A BRUXELLES, COMPETENTI AD ESAMINARE LA FUSIONE


COMUNICATO STAMPA



COMUNICATO STAMPA


GENERALI-TORO:  ANTITRUST SCRIVE A BRUXELLES, COMPETENTI AD ESAMINARE LA FUSIONE

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione dell’8 agosto 2006, ha deciso di accettare la richiesta motivata di rinvio dell’esame della concentrazione Generali-Toro, trasmessa dalla Commissione Europea. L’Autorità ritiene infatti di trovarsi nelle condizioni ottimali per esaminare l’operazione.
Nella lettera inviata a Bruxelles l’Autorità osserva che il gruppo Generali è il principale operatore assicurativo in Italia, con quote di mercato particolarmente elevate sia nei rami vita che in quelli danni. Il gruppo Toro, attivo quasi esclusivamente in Italia, è il quinto operatore nei rami danni (mentre ha quote inferiori all’1% nei rami vita) ed è dotato di una rete agenziale molto sviluppata. A seguito dell’operazione inoltre il gruppo Generali vedrà accrescere la propria posizione di leadership in numerosi mercati nazionali dell’assicurazione danni.
Nella missiva si sottolinea inoltre che per una più completa valutazione dell’operazione occorre tener conto anche del particolare contesto che caratterizza diversi mercati dell’assicurazione danni, già oggetto di numerosi interventi da parte dell’Autorità.
In base all’articolo 4 del Regolamento CE n. 139/2004, la Commissione aveva trasmesso il 21 luglio una richiesta motivata di rinvio all’Autorità italiana, presentata dalle parti. La decisione finale sulla competenza spetta ora alla Commissione.

Roma, 9 agosto 2006