Stampa

I559 - MERCATO DEL CALCESTRUZZO


COMUNICATO STAMPA


Collegamenti:
Provvedimento del 3 aprile 2003


COMUNICATO STAMPA



Antitrust apre istruttoria per accertare presunto cartello nel settore del calcestruzzo.



L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 3 aprile 2003, ha deliberato di avviare un’istruttoria nei confronti di undici società che operano nel settore delle forniture di calcestruzzo e della produzione e vendita di cemento per verificare l’eventuale esistenza di un’intesa anticoncorrenziale.

L’articolo 2 della legge n.287/90 vieta alle imprese di porre in essere intese, nella forma di accordi o pratiche concordate, che abbiano per oggetto o per effetto di impedire, restringere o falsare in maniera consistente il gioco della concorrenza all’interno del mercato nazionale o in una sua parte rilevante.

Gli elementi a disposizione dell’Autorità evidenziano la possibile esistenza di un’intesa in base alla quale le società Ambrosiana, Calcestruzzi, Cave Rocca, Cemencal, Colabeton, CosmoCal, Holcim Calcestruzzi, Holcim Cementi, Monteverde, Monvil e Unical avrebbero concordato la ripartizione delle forniture di calcestruzzo quantomeno nell’ambito geografico della Lombardia, allo scopo di mantenere invariate o comunque controllate le rispettive quote di mercato, fissando prezzi, condizioni contrattuali di vendita e ripartendosi i clienti finali, nonché ponendo in essere un sistema di scambio di informazioni sensibili. Le stesse fonti documentali sembrano indicare che i comportamenti denunciati potrebbero essere manifestazioni di un coordinamento tra le parti che ha interessato anche il settore a monte della produzione e vendita di cemento nell’Italia Settentrionale.

Le condotte denunciate non trovano corrispondenza nelle normali dinamiche di mercato derivanti da un effettivo confronto concorrenziale e pertanto l’Autorità ha deliberato di avviare un’istruttoria nei confronti delle società suddette in quanto tali intese potrebbero rappresentare un ostacolo alla concorrenza nel settore delle forniture di calcestruzzo e, presumibilmente, anche nel settore a monte della produzione e vendita di cemento in un’area pluriprovinciale dell’Italia Settentrionale.
Il procedimento si concluderà entro il 30 luglio 2004.


Roma, 9 aprile 2003