Stampa

A NAPOLI IL 28 E 29 SETTEMBRE PRIMA CONFERENZA DELL’INTERNATIONAL COMPETITION NETWORK, UNA NUOVA RETE ANTITRUST MONDIALE. PRESENTI PIU’ DI 60 PAESI.


COMUNICATO STAMPA



COMUNICATO STAMPA

A NAPOLI IL 28 E 29 SETTEMBRE PRIMA CONFERENZA DELL’INTERNATIONAL COMPETITION NETWORK, UNA NUOVA RETE ANTITRUST MONDIALE. PRESENTI PIU’ DI 60 PAESI.

Una rete mondiale di promozione della concorrenza per semplificare le procedure per le imprese che compiono operazioni trasnazionali e rafforzare la cooperazione nell’esaminare i cartelli: è l’obiettivo dell’International Competition Network (Icn), la Rete nata dalla collaborazione di oltre sessanta Autorità Antitrust mondiali, la cui prima conferenza internazionale si svolgerà a Napoli nei giorni 28 e 29 settembre.
Due i temi della Conferenza: da una parte, individuare delle regole condivise e quanto più possibile omogenee per le notifiche delle operazioni di concentrazione che coinvolgono più paesi, a volte anche più continenti; dall’altra, promuovere le regole della concorrenza nell’era della globalizzazione, aprendo la discussione a tutti i paesi in via di sviluppo che già hanno o stanno per adottare leggi Antitrust. La promozione della concorrenza e una visione mondiale dei principi antitrust vanno incontro peraltro alle esigenze dei consumatori, che avvertono sempre più il pericolo di una mancanza di regole sovranazionali nei processi economici e nelle grandi operazioni di concentrazione.
Proprio per sottolineare la democraticità di  questo neonato organismo, ai lavori di Napoli sono stati invitati anche rappresentanti della società civile, del mondo accademico, organizzazioni non governative.

Oltre all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che per l’Italia organizza i lavori, sono attesi a Napoli più di sessanta Garanti: dagli americani  del Dipartimento di Giustizia e della Federal Trade Commission a tutti presidenti degli Antitrust europei, dal Commissario europeo per la Concorrenza, Mario Monti, ai rappresentanti dell’America Latina, dell’Africa, del Sud Est Asiatico, della Russia,  fino alle ex repubbliche sovietiche.
Per avere un quadro più completo di tutti i paesi che aderiscono all’Icn e per ogni eventuale curiosità, è possibile consultare il sito www.internationalcompetitionnetwork.org.

Roma, 24 settembre 2002