Stampa

C5196 - BANCA DI ROMA/BIPOP-CARIRE


COMUNICATO STAMPA


Collegamenti:
Provvedimento del 5 settembre 2002


BANCA D'ITALIA
AMMINISTRAZIONE CENTRALE

COMUNICATO STAMPA



La Banca d'Italia e l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato hanno concluso con l'archiviazione le istruttorie aperte per valutare gli effetti sulla concorrenza dell'operazione di concentrazione tra Banca di Roma e Bipop-Carire.

Con riguardo ai mercati della raccolta bancaria, l'istruttoria svolta dalla Banca d'Italia ha accertato che la concentrazione non produce effetti di restrizione della concorrenza nelle province dove si realizzano sovrapposizioni dei due gruppi bancari.

Anche per quel che concerne i mercati del risparmio gestito, le risultanze delle istruttorie condotte dalla Banca d'Italia e dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato hanno fatto emergere che la concentrazione non determina effetti restrittivi sulla concorrenza. In particolare, il mercato del risparmio gestito b risultato altamente concorrenziale in considerazione: dell'elevato numero di qualificati operatori, anche esteri, in grado di soddisfare l'intera gamma delle esigenze della clientela; dei crescente utilizzo di canali alternativi agli sportelli per il collocamento dei prodotti; dell'inesistenza di sostanziali differenziazioni dei prezzi nei diversi mercati locali.

Roma, 10 settembre 2002