Stampa

I463 - PELLEGRINI/CONSIP


COMUNICATO STAMPA


Collegamenti:
Provvedimento del 13 giugno 2002

COMUNICATO STAMPA

BUONI PASTO PUBBLICI:  ANTITRUST MULTA PER OLTRE 34 MILIONI DI EURO SOCIETA’  CHE HANNO VINTO GARA CONSIP.  ALTERATA LA CONCORRENZA

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato, nell’adunanza del 13 giugno 2002, che le società Gemeaz Cusin Srl, Sodexho Pass Srl, Day Ristoservice Srl, Ristomat Srl, Qui! Ticket Service Spa, Ristochef Spa, Sagifi Spa e Cascina Scrl hanno posto in essere un’intesa avente per oggetto e per effetto l’alterazione della concorrenza nel mercato della fornitura dei servizi sostitutivi di mensa mediante buoni pasto al personale dipendente delle pubbliche amministrazioni in relazione alla gara bandita dalla Consip nel 2000. La gara aveva ad oggetto l’erogazione, nel corso di un biennio, di un totale di 90 milioni di buoni pasto, ciascuno del valore di 4,65 euro. Il valore totale della fornitura messa a gara era di 418.330.088, 26 euro.

L’istruttoria era stata avviata in data 27 giugno 2001 a seguito della segnalazione di due società, anch’esse attive nel settore dei servizi sostitutivi di mensa mediante buoni pasto, la Pellegrini Spa e la Repas Lunch Coupon Srl, secondo le quali, l’esito delle procedure svolte per l’assegnazione dell’appalto avrebbe  mostrato l’esistenza di un coordinamento delle offerte per la partecipazione alla gara da parte delle imprese denunciate.

Da tale istruttoria è emersa l’esistenza di una pratica concordata per determinare congiuntamente le modalità di partecipazione alla gara stessa. La pratica concordata ha riguardato l’individuazione concertata tra tutte le partecipanti all’intesa della composizione delle varie Associazioni Temporanee d’Impresa (ATI), nonché delle imprese destinate a presentarsi singolarmente, la fissazione congiunta dei livelli di sconto nella presentazione delle singole offerte e la ripartizione dei lotti.

Obiettivo comune di tale condotta è stato, quindi, quello di eliminare ogni possibile confronto concorrenziale tra otto delle dieci imprese partecipanti alla gara, determinando congiuntamente un prezzo del servizio superiore a quello che sarebbe prevalso in assenza di concertazione ed assicurando a ciascuna impresa l’aggiudicazione di almeno uno dei lotti o una sua parte, garantendo così sostanzialmente la stabilità delle loro quote, rispetto a quelle detenute a seguito della precedente gara del comparto Ministeri.

Si tratta, pertanto, di una grave violazione della normativa a tutela della concorrenza avendo la pratica concordata posta in essere dalle citate imprese inciso sulle più importanti variabili concorrenziali, vale a dire condizioni di prezzo e quantità offerte. Anche il numero e l’importanza economica delle società coinvolte costituiscono indici rilevanti di gravità dell’infrazione.

Tenuto conto di tutto ciò, l’Autorità ha irrogato le seguenti sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di 34.088.520,98 euro (oltre 66 miliardi di lire).

Società
Sanzioni
(euro)
Gemeaz Cusin s.r.l.
16.355.826,40
Ristochef S.p.A.
3.820.954,61
Sodexho Pass s.r.l.  
3.192.900,00
Day Ristoservice s.r.l.  
2.976.612,76
La Cascina S.c.ar.l.
3.030.536,96
Qui! Ticket Service S.p.A.
2.073.751,74
Ristomat s.r.l.
1.875.330,28
Sagifi S.p.A.
762.608,23








Roma,  1 luglio 2002