Ti trovi in: Home / Media / News / Mercato del calcestruzzo: Antitrust avvia istruttoria per verificare l’esistenza di due possibili intese tra imprese attive in Veneto



Stampa

Mercato del calcestruzzo: Antitrust avvia istruttoria per verificare l’esistenza di due possibili intese tra imprese attive in Veneto

13/05/2014

COMUNICATO STAMPA

 

MERCATO DEL CALCESTRUZZO: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA PER VERIFICARE L’ESISTENZA DI DUE POSSIBILI INTESE TRA IMPRESE ATTIVE IN VENETO

Provvedimento notificato oggi alle società General Beton Triveneta, SuperBeton, Intermodale, Calcestruzzi Mosole, Jesolo Calcestruzzi, Ilsa Pacifici Remo, Calcestruzzi Dolomiti e F.lli Romor nel corso di alcune ispezioni effettuate in collaborazione con il gruppo Antitrust del Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 7 maggio 2014, ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se i comportamenti di alcune imprese attive nel mercato della produzione e vendita di calcestruzzo nella provincia di Venezia zona “Mare” (Jesolo/Caorle/San Donà di Piave) e nella provincia di Belluno, possano costituire due intese restrittive della concorrenza. Il provvedimento è stato notificato oggi alle società General Beton Triveneta, SuperBeton, Intermodale, Calcestruzzi Mosole, Jesolo Calcestruzzi, Ilsa Pacifici Remo, Calcestruzzi Dolomiti e F.lli Romor.

Da alcune evidenze raccolte emergerebbero comportamenti finalizzati al coordinamento delle offerte e alla spartizione dei cantieri da rifornire, nei due distinti mercati provinciali, con monitoraggio reciproco dei prezzi praticati e dei volumi di calcestruzzo venduto, in modo da mantenere le quote di mercato nella misura concordata. In particolare le imprese avrebbero organizzato – separatamente per i due tavoli di Venezia zona mare e Belluno - incontri con cadenza regolare tra i propri rappresentanti e un sistema di scambio su base continuativa di dati sensibili, assoggettato ad una gestione centralizzata delegata alla società di servizi Intermodale.

Tali comportamenti sarebbero stati garantiti da un meccanismo di controllo e sanzione dei comportamenti devianti. La possibile intesa nel mercato di Venezia Mare avrebbe visto attive le società General Beton Triveneta, Superbeton, Calcestruzzi Mosole, Jesolo Calcestruzzi e Ilsa Pacifici Remo. Nella provincia di Belluno l’intesa ipotizzata avrebbe coinvolto Superbeton, Calcestruzzi Dolomiti e F.lli Romor; a entrambe avrebbe partecipato la società di servizi Intermodale. L’istruttoria dovrà concludersi il 29 maggio 2015.

 

Roma, 13 maggio 2014