Ti trovi in: Home / Media / News / Servizi aeroportuali: Antitrust avvia istruttoria nei confronti di SEA per verificare l’esistenza di un possibile abuso di posizione dominante



Stampa

Servizi aeroportuali: Antitrust avvia istruttoria nei confronti di SEA per verificare l’esistenza di un possibile abuso di posizione dominante

23/12/2013

COMUNICATO STAMPA

 

SERVIZI AEROPORTUALI: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA NEI CONFRONTI DI SEA PER VERIFICARE L’ESISTENZA DI UN POSSIBILE ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE

Con i suoi comportamenti starebbe ostacolando l’accesso di un potenziale concorrente nella gestione delle infrastrutture aeroportuali.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 20 dicembre 2013, ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se la società SEA, che gestisce gli scali aeroportuali di Milano Linate e Milano Malpensa, abbia posto in essere un abuso di posizione dominante finalizzato a ostacolare l’accesso di un potenziale concorrente nella gestione delle infrastrutture aeroportuali.

Il provvedimento è stato deliberato sulla base di una segnalazione presentata dalla società Cedicor, holding di diritto uruguayano,  a capo di un gruppo di società attive in numerosi settori tra cui quello aeroportuale.

Secondo la segnalazione e le informazioni acquisite dagli uffici dell’Autorità, Sea, sfruttando la posizione dominante detenuta nella gestione delle infrastrutture aeroportuali, potrebbe avere adottato comportamenti strumentali per impedire a Cedicor di acquistare, nell’ambito della procedura di concordato preventivo della Società dell’Acqua Pia Antica Marcia S.p.A. in liquidazione, la società ATA. Si tratta di una società che opera, attraverso le sue controllate ATA Ali Servizi e ATA Handling, nell’handling per l’aviazione generale a Milano Linate e per l’aviazione commerciale. ATA è inoltre titolare di una convenzione con SEA, più volte prorogata, grazie alla quale gestisce in esclusiva alcune aree, infrastrutture e servizi relativi all’aviazione generale nell’aeroporto di Milano Linate e svolge, non in esclusiva, alcuni servizi di assistenza a terra per il tramite della propria controllata ATA Ali servizi.

Secondo l’Antitrust SEA potrebbe avere assunto comportamenti finalizzati a capovolgere l’esito della procedura di selezione competitiva per impedire l’acquisizione di ATA da parte di Cedicor, con conseguente preclusione della gestione delle infrastrutture aeroportuali da parte di un operatore nuovo entrante e con effetti a cascata anche nell’offerta dei servizi di handling per l’aviazione generale e commerciale. Nel corso dell'istruttoria, che dovrà concludersi entro il 30 marzo 2015, l’Autorità si avvarrà della collaborazione del Gruppo Antitrust del Nucleo Speciale Tutela Mercati della Guardia di Finanza.

Roma, 23 dicembre 2013

 

iconProvvedimento