Ti trovi in: Home / Media / News / Librerie museali: avviata istruttoria nei confronti di Electa (Mondadori) e la francese Réunion Musées Nationaux per possibile intesa restrittiva della concorrenza



Stampa

Librerie museali: avviata istruttoria nei confronti di Electa (Mondadori) e la francese Réunion Musées Nationaux per possibile intesa restrittiva della concorrenza

18/02/2011

COMUNICATO STAMPA

LIBRERIE MUSEALI: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA NEI CONFRONTI DI ELECTA (GRUPPO MONDADORI) E LA SOCIETÀ FRANCESE RÉUNION MUSÉES NATIONAUX PER POSSIBILE INTESA RESTRITTIVA DELLA CONCORRENZA

L’istruttoria dovrà verificare se le due società, costituendo un’impresa comune per partecipare alle gare bandite dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali, abbiano voluto limitare il confronto concorrenziale restringendo la competizione nel mercato delle gare.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se le società Electa (gruppo Mondadori) e Réunion Musées Nationaux (RMN), attive nei mercati della gestione delle librerie museali e dell’attività di organizzazione di mostre, abbiano posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza.

Le due società hanno infatti costituito un’impresa comune, denominata JVCO, per partecipare alle gare bandite dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali (Mibac) relative alla gestione delle librerie museali e all’attività di organizzazione di mostre, pur avendo tutti i requisiti per potere gareggiare singolarmente. Secondo l’Antitrust, attraverso tale società i due operatori, leader dei mercati rispettivamente in Francia e in Italia, potrebbero avere posto in essere un’intesa, finalizzata ad aggirare il divieto, contenuto nei bandi del Ministero, di partecipare congiuntamente, ad esempio tramite Raggruppamento Temporaneo di Imprese, quando le aziende sono dotate singolarmente dei requisiti per la partecipazione alla gara. Si tratta di un clausola pro-concorrenziale, prevista dal Ministero su indicazione dell’Autorità, proprio per aumentare la competizione in un mercato che si sta appena aprendo: il Mibac ha infatti bandito, allo stato, 31 gare, riguardanti per lo più la totalità dei servizi aggiuntivi museali per numerosi siti e musei statali gestiti dallo stesso Mibac; 18 gare riguardano l’attività oggetto dell’Accordo tra Electa e RMN, per un valore di 83 milioni di euro, e interessano importanti realtà quali, ad esempio, il Polo museale fiorentino, il Polo museale di Napoli, il Polo archeologico romano, il Polo museale di Roma, il Polo archeologico di Napoli e Pompei.

Roma, 18 febbraio 2011