Stampa

I729 - Sanità: Antitrust, multa di oltre 5 milioni e mezzo per intesa distorsiva della concorrenza a 4 società fornitrici di apparecchiature per la risonanza magnetica


COMUNICATO STAMPA


COMUNICATO STAMPA

SANITÀ: ANTITRUST, MULTA DI OLTRE 5 MILIONI E MEZZO PER INTESA DISTORSIVA DELLA CONCORRENZA A 4 SOCIETÀ FORNITRICI DI APPARECCHIATURE PER LA RISONANZA MAGNETICA

Sanzionate Alliance Medical S.r.l Toshiba Medical Systems Italia S.r.l, Philips S.p.A e Siemens S.p.A. Le società hanno concordato congiuntamente le modalità di partecipazione ad una gara di appalto per la fornitura di apparecchiature elettromedicali sostituendo al confronto concorrenziale in sede di gara una forma di collaborazione collusiva.

 

Ammontano a 5.538.750 euro le multe comminate dall’Antitrust per intesa distorsiva della concorrenza ad Alliance Medical S.r.l, Toshiba Medical Systems Italia S.r.l, Philips S.p.A e Siemens S.p.A., società operanti nel mercato della produzione e vendita di apparecchiature elettromedicali di diagnostica per immagini.

Il provvedimento sanzionatorio conclude l’istruttoria avviata su segnalazione della società Ge Medical Systems Italia S.p.A. che aveva denunciato l’esistenza di un possibile accordo tra le citate società avente ad oggetto le possibili modalità di partecipazione alla gara bandita dalla Società Regionale Sanità campana (SO.RE.SA) per la fornitura, in forma di acquisto e noleggio, di sette apparecchiature per risonanza magnetica e dei relativi servizi di assistenza.

Secondo quanto ricostruito dall’Antitrust, nel corso di una riunione, le società hanno siglato un’intesa finalizzata alla determinazione congiunta delle modalità di partecipazione alla gara bandita da SO.RE.SA. in un’ottica di ripartizione pro-quota della fornitura. Siemens e Alliance avrebbero partecipato in Associazione Temporanea di impresa per la fornitura diretta delle tre apparecchiature per le quali era previsto l’acquisto, mentre Philips e Toshiba avrebbero sub-fornito ad Alliance le rimanenti quattro apparecchiature da noleggiare.

Secondo l’Autorità lo scambio di informazioni sensibili e il raggiungimento di un’intesa hanno alterato il normale confronto concorrenziale tra le aziende coinvolte in sede di gara, influenzando l’elaborazione non più autonoma delle strategie commerciali.

In virtù dell’intesa, infatti, Toshiba e Philips hanno rinunciato a valutare le possibilità di partecipare direttamente alla gara mentre Siemens e Alliance hanno costituito un’Associazione Temporanea di Impresa contando sulla conoscenza delle strategie commerciali dei concorrenti.

La quattro imprese multate detengono cumulativamente a livello nazionale, una quota aggregata pari a circa il 68% delle vendite.

Di seguito le sanzioni, azienda per azienda:

 

Alliance Medical S.r.l.

€    341.250

Siemens S.p.A.

€ 1.102.500

Philips S.p.A.

€ 3.953.250

Toshiba Medical Systems S.r.l.

€    141.750

 

Roma, 5 agosto 2011