Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

  • PS10211 - Antitrust sanziona il gruppo Volkswagen per 5 milioni di euro per manipolazione del sistema di controllo delle emissioni inquinanti
    ANTITRUST SANZIONA IL GRUPPO
    VOLKSWAGEN PER 5 MILIONI DI
    EURO PER MANIPOLAZIONE DEL
    SISTEMA DI CONTROLLO DELLE
    EMISSIONI INQUINANTI

    Una sanzione al massimo edittale di 5 milioni di euro è stata comminata dall’Antitrust in solido alle società Volkswagen AG e Volkswagen Group Italia S.p.A., per aver posto in essere una pratica commerciale scorretta.
    La pratica riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, a partire dall’anno 2009, di autoveicoli diesel (con codice identificativo EA189 EU 5) la cui omologazione è stata ottenuta attraverso l’utilizzo di un software in grado di alterare artificiosamente il comportamento del veicolo durante i test di banco per il controllo delle emissioni inquinanti. Ciò al fine di fornire un risultato delle emissioni ossidi di azoto (NOx) più basso di quello ottenibile nella modalità che invece si attiva nel normale utilizzo del veicolo su strada.


Collegamenti:
Provvedimento del 5 febbraio 1998


COMUNICATO STAMPA


        L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha ritenuto ingannevole il messaggio contenuto sull'Avantielenco telefonico in cui sono raffigurati tre apparecchi telefonici che Telecom solitamente noleggia ai suoi utenti, ad un canone mensile di noleggio e manutenzione variabile tra le 2.500 e le 4.000 lire.
        Il messaggio non precisa che l'affitto del telefono ha una durata minima obbligatoria. Solo in una pagina molto successiva dell'Avantielenco, nella sezione denominata “condizioni di noleggio e manutenzione”, viene segnalato, a caratteri estremamente ridotti e di limitata visibilità, che la durata del noleggio è di tre anni e che, a meno di disdetta, il noleggio viene automaticamente rinnovato.
        Di conseguenza, vista la rilevanza della condizione contrattuale, il messaggio pubblicitario è stato giudicato idoneo a trarre in errore i destinatari, non consentendo di valutare adeguatamente l'effettiva convenienza del noleggio, soprattutto rispetto alla soluzione alternativa di acquisto dell'apparecchio.

Roma, 18 febbraio 1998