Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

facebook twitter youtube
  • i820 - Fatturazione mensile con aumento tariffe: avviata istruttoria con ispezioni in relazione a una possibile intesa tra i principali operatori di telefonia fissa e mobile
    FATTURAZIONE MENSILE CON
    AUMENTO TARIFFE: AVVIATA
    ISTRUTTORIA PER POSSIBILE
    INTESA TRA PRINCIPALI OPERATORI
    DI TELEFONIA FISSA E MOBILE

    Nella riunione del 7 febbraio 2018, l’Autorità ha deliberato l’avvio di un procedimento istruttorio nei confronti delle società TIM, Vodafone, Fastweb, Wind Tre e dell’associazione di categoria Assotelecomunicazioni - Asstel per accertare se tali imprese, anche tramite la suddetta associazione abbiano, in violazione dell’art. 101 del TFUE, coordinato la propria strategia commerciale connessa alla cadenza dei rinnovi e alla fatturazione delle offerte sui mercati dei servizi al dettaglio di telecomunicazione elettronica fissi e mobili, a seguito dell’introduzione dei nuovi obblighi regolamentari e normativi.



COMUNICATO STAMPA


ANTITRUST: VARATE TRE NUOVE DIREZIONI GENERALI, UNA SI OCCUPERA’ DI TUTELA DEI CONSUMATORI


Nuovo organigramma dell’Autorità Antitrust. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, presieduta da Antonio Catricalà, ha deliberato, nella seduta del 29 marzo 2006, alcune modifiche alla struttura delle direzioni che diverranno operative il prossimo 10 aprile.
Nascono tre Direzioni generali: la Direzione Generale per la concorrenza con a capo Alberto Nahmjias, al quale è stata assegnata anche la carica di vice Segretario Generale, la Direzione Generale per la tutela del consumatore e la Direzione Generale per le Risorse.
Alla Direzione Generale per la Concorrenza fanno riferimento le direzioni istruttorie che da sette diventano cinque. Ognuna di loro seguirà i diversi settori merceologici, compreso il comparto del credito, competenza recentemente acquisita con l’entrata in vigore della legge sul risparmio.
La Direzione Generale per le risorse è invece competente per tutto ciò che concerne il personale, l’amministrazione, ma anche la parte delle risorse informative e dei servizi tecnologici.
Novità assoluta, rispetto al passato, è la Direzione Generale per la tutela del consumatore, sotto la responsabilità di Francesca Ferri. Questa nuova unità organizzativa avrà il compito di coordinare la già esistente Direzione per la pubblicità ingannevole e comparativa e l’ufficio per la valutazione dell’impatto delle politiche antitrust sui consumatori.
Nessuna variazione, infine, per i compiti della Direzione Studi e della Direzione Relazioni Esterne.


Roma, 31 marzo 2006