Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

  • PS10211 - Antitrust sanziona il gruppo Volkswagen per 5 milioni di euro per manipolazione del sistema di controllo delle emissioni inquinanti
    ANTITRUST SANZIONA IL GRUPPO
    VOLKSWAGEN PER 5 MILIONI DI
    EURO PER MANIPOLAZIONE DEL
    SISTEMA DI CONTROLLO DELLE
    EMISSIONI INQUINANTI

    Una sanzione al massimo edittale di 5 milioni di euro è stata comminata dall’Antitrust in solido alle società Volkswagen AG e Volkswagen Group Italia S.p.A., per aver posto in essere una pratica commerciale scorretta.
    La pratica riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, a partire dall’anno 2009, di autoveicoli diesel (con codice identificativo EA189 EU 5) la cui omologazione è stata ottenuta attraverso l’utilizzo di un software in grado di alterare artificiosamente il comportamento del veicolo durante i test di banco per il controllo delle emissioni inquinanti. Ciò al fine di fornire un risultato delle emissioni ossidi di azoto (NOx) più basso di quello ottenibile nella modalità che invece si attiva nel normale utilizzo del veicolo su strada.




COMUNICATO STAMPA

SISTEMI DI PAGAMENTO: ANTITRUST AVVIA ISTRUTTORIA SU ACQUISIZIONE DI CARTASÌ DA PARTE DELL’ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI

Per accertare se l’operazione possa determinare la creazione o il rafforzamento di posizioni dominanti nelle attività di gestione ed emissione delle carte di credito.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione dell’11 febbraio 2009, ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se l’acquisizione da parte di ICBPI (Istituto Centrale delle Banche Popolari Italiane) del controllo esclusivo di SI Holding, società a capo del gruppo CartaSì, possa determinare la creazione o il rafforzamento di una posizione dominante nelle attività di emissione delle carte di credito, di convenzionamento degli esercenti, e nelle attività di natura informatica relative alle carte di pagamento internazionali in circolazione sul mercato nazionale.

ICBPI, società posta a capo del gruppo bancario, specializzato nell’ideazione, progettazione e gestione di servizi rivolti alle banche e alle istituzioni finanziarie e assicurative, controlla tra l’altro, Key Client Cards & Solutions S.p.A., società attiva nei vari segmenti del settore delle carte di pagamento, e opera nella prestazione di servizi di attività informatica attraverso l’impresa Equens Italia.

L’operazione prevede l’acquisizione, da parte di ICBPI, delle partecipazioni detenute in SI Holding dal Gruppo Intesa Sanpaolo S.p.A., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A., Unicredito Italiano S.p.A., e da altri soci di SI Holding che hanno aderito all’operazione.

L’istruttoria dovrà concludersi entro 45 giorni a far data dall’11 febbraio.

Roma, 12 febbraio 2009