Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

facebook twitter youtube
  • PS10506 - Riscossione tassa rifiuti: sanzionata ATO ME 1 per violazione dei diritti dei consumatori
    RISCOSSIONE TASSA RIFIUTI:
    SANZIONATA ATO ME 1
    PER VIOLAZIONE DEI DIRITTI
    DEI CONSUMATORI

    Il 9 agosto 2017, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha accertato e sanzionato la scorrettezza delle pratiche commerciali poste in essere da ATO ME 1 S.p.A. nella riscossione della TIA (Tariffa Igiene Ambientale) dovuta dai cittadini dei Comuni dell’ATO ME 1 (comprendente 33 Comuni del Messinese) per il servizio di igiene ambientale per gli anni 2008-2012.


Collegamenti:
Segnalazione del 20 ottobre 1998


COMUNICATO STAMPA


        L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha predisposto una segnalazione al Presidente del Consiglio e al Ministro dei Trasporti in cui sottolinea la necessità che le previsioni dell'ultimo decreto Burlando non rafforzino la posizione dominante di Alitalia sullla rotta Linate-Roma.
        Il decreto bis di Burlando, che è stato approvato dalla Commissione europea, non ha infatti risolto completamente il problema di Malpensa, perchè la nuova normativa, pur non discriminando più tra l'Alitalia e le compagnie comunitarie, crea dei problemi alle piccole compagnie italiane come Air One, consentendo all'Alitalia di aumentare i suoi voli tra Linate e Roma e costringendo Air One a diminuirli.
        E' quindi indispensabile - segnala l'Autorità - che il governo rimuova tutti i vincoli che impediscono di fatto alle piccole compagnie di operare sulla tratta Linate-Roma. L'Autorità ha inoltre auspicato, nell'interesse dei consumatori, che sia consentito - fino a che non saranno realizzati adeguati collegamenti tra Milano e Malpensa - alle piccole compagnie e alle nuove entranti di operare anche sulle altre tratte nazionali.

Roma, 20 ottobre 1998