Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

  • PS10295 - Mutui a tasso variabile, accolti gli impegni di Unipol Banca per le clausole floor ed Euribor negativo
    MUTUI A TASSO VARIABILE
    ACCOLTI GLI IMPEGNI
    DI UNIPOL BANCA
    PER LE CLAUSOLE FLOOR
    ED EURIBOR NEGATIVO

    L’Autorità lo scorso 7 febbraio ha accolto gli impegni presentati da Unipol Banca S.p.A. nell’ambito di un procedimento volto ad accertare la mancata o ambigua informativa ai consumatori circa l’esistenza nei contratti di mutuo a tasso variabile della Banca di soglie minime del tasso di interesse contenute rispettivamente in clausole floor (valore del tasso minimo superiore allo spread) ed Euribor negativo (valore del tasso minimo pari allo spread, in modo da rendere i valori negativi dell’euribor irrilevanti nella determinazione del tasso d’interesse nominale annuo), in relazione al momento della loro stipula, precedente o successiva rispetto al rilevamento di valori negativi dei parametri di indicizzazione Euribor.


Collegamenti:
Provvedimento del 26 ottobre 2000


COMUNICATO STAMPA

L’Antitrust avvia un’istruttoria sulla gara UMTS


        Il 26 ottobre 2000 l’Antitrust ha deliberato l’avvio di un’istruttoria, per presunta violazione delle norme sulla concorrenza, nei confronti delle società Telecom Italia Mobile, Omnitel Pronto Italia, Wind Telecomunicazioni, Andala OPCO, Ipse 2000 e Blu.
        Il procedimento è volto a verificare se il peculiare andamento e l’esito della gara per il rilascio delle licenze UMTS siano il frutto di intese fra imprese partecipanti, nella forma di accordi o pratiche concordate, aventi per oggetto o per effetto di limitare la concorrenza sul mercato dell’acquisizione delle licenze per i servizi mobili di terza generazione.
       
Roma, 27 ottobre 2000