Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

facebook twitter youtube
  • PS10047 PS10381 PS10181 PS10624 PS10642 - No show rule: sanzioni per un milione di euro per British airways e Etihad, accettati gli impegni di Iberia, KLM e Emirates
    NO SHOW RULE: SANZIONI
    PER UN MILIONE DI EURO
    PER BRITISH AIRWAYS E ETIHAD,
    ACCETTATI GLI IMPEGNI
    DI IBERIA, KLM E EMIRATES

    L’Autorità ha sanzionato per un totale di un milione di euro le compagnie aeree British Airways e Etihad Airways per una pratica commerciale scorretta, consistente nell’omessa informativa ai consumatori - durante la procedura di acquisto on line dei biglietti A/R o sequenziali - circa esistenza, condizioni e limiti della c.d. no-show rule, nonché nella mancata predisposizione di una procedura idonea a consentire al passeggero, senza costi aggiuntivi, la fruizione del volo di ritorno (e delle tratte successive del viaggio di andata multi-tratta), anche in caso di mancata utilizzazione del volo di andata o del segmento precedente  previsto nel biglietto già acquistato.
    Nel contempo, l’Autorità ha accolto gli impegni presentati da Emirates, Iberia e Klm volti, da un lato, ad informare adeguatamente il consumatore sull’esistenza e le modalità applicative di tale regola e, dall’altro, ad implementare una procedura intesa a consentire al passeggero la fruizione, senza oneri, dei voli successivi, qualora avverta tempestivamente la compagnia della sua intenzione.



COMUNICATO STAMPA

CALCIO: ANTITRUST, VENDITA AUTONOMA DA PARTE DEL PISA DEI DIRITTI TV PER I PLAY OFF PRIMO EFFETTO DELL’ISTRUTTORIA AVVIATA CONTRO LA LEGA


La vendita autonoma, da parte del Pisa, dei diritti tv per i play off è il primo effetto dell’istruttoria avviata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti della Lega Calcio. E’ la valutazione effettuata dall’Antitrust, nella riunione del 29 maggio 2008, dell’accordo che renderà possibile la trasmissione in pay-per-view degli incontri disputati in casa dalla squadra toscana. L’istruttoria, che prosegue, è stata avviata il 10 aprile scorso per verificare se la Lega Calcio, anche attraverso delibere associative, abbia limitato la facoltà delle squadre del Campionato di calcio di Serie B di commercializzare autonomamente i diritti di trasmissione delle partite disputate, ponendo in atto condotte lesive della concorrenza.




Roma, 30 maggio 2008