Contenuto principale

Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

  • PS10211 - Antitrust sanziona il gruppo Volkswagen per 5 milioni di euro per manipolazione del sistema di controllo delle emissioni inquinanti
    ANTITRUST SANZIONA IL GRUPPO
    VOLKSWAGEN PER 5 MILIONI DI
    EURO PER MANIPOLAZIONE DEL
    SISTEMA DI CONTROLLO DELLE
    EMISSIONI INQUINANTI

    Una sanzione al massimo edittale di 5 milioni di euro è stata comminata dall’Antitrust in solido alle società Volkswagen AG e Volkswagen Group Italia S.p.A., per aver posto in essere una pratica commerciale scorretta.
    La pratica riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, a partire dall’anno 2009, di autoveicoli diesel (con codice identificativo EA189 EU 5) la cui omologazione è stata ottenuta attraverso l’utilizzo di un software in grado di alterare artificiosamente il comportamento del veicolo durante i test di banco per il controllo delle emissioni inquinanti. Ciò al fine di fornire un risultato delle emissioni ossidi di azoto (NOx) più basso di quello ottenibile nella modalità che invece si attiva nel normale utilizzo del veicolo su strada.



COMUNICATO STAMPA

CALCIO: ANTITRUST, VENDITA AUTONOMA DA PARTE DEL PISA DEI DIRITTI TV PER I PLAY OFF PRIMO EFFETTO DELL’ISTRUTTORIA AVVIATA CONTRO LA LEGA


La vendita autonoma, da parte del Pisa, dei diritti tv per i play off è il primo effetto dell’istruttoria avviata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato nei confronti della Lega Calcio. E’ la valutazione effettuata dall’Antitrust, nella riunione del 29 maggio 2008, dell’accordo che renderà possibile la trasmissione in pay-per-view degli incontri disputati in casa dalla squadra toscana. L’istruttoria, che prosegue, è stata avviata il 10 aprile scorso per verificare se la Lega Calcio, anche attraverso delibere associative, abbia limitato la facoltà delle squadre del Campionato di calcio di Serie B di commercializzare autonomamente i diritti di trasmissione delle partite disputate, ponendo in atto condotte lesive della concorrenza.




Roma, 30 maggio 2008