Contenuto principale

AVVISO

Autonoma creazione di moneta scritturale

L'AGCM sta ricevendo numerose comunicazioni da privati consumatori, che attestano l’autonoma creazione di “moneta scritturale” per il presunto pagamento di debiti o per lo svolgimento di altre operazioni.
In merito alla possibilità per ogni singolo cittadino di creare in via autonoma moneta “scritturale” attraverso proprie registrazioni contabili per l’importo corrispondente a somme dovute a terzi, l’AGCM precisa che tale fattispecie non rientra nell’ambito delle proprie competenze, ma in quelle di Banca d'Italia, che è intervenuta recentemente sulla questione attraverso il proprio sito istituzionale, affermando che: "sulla base della normativa internazionale e nazionale, l’unica forma di moneta legale - ossia dotata del potere di estinguere le obbligazioni in denaro - è la moneta emessa dalla Banca Centrale Europea (BCE), in quanto la sua creazione si basa su rigorose procedure che garantiscono la fiducia generale nella moneta e la stabilità del suo valore nel tempo. Il meccanismo di creazione di moneta scritturale da parte del singolo cittadino intenderebbe replicare la cosiddetta moneta bancaria o scritturale, termine con il quale si indica l’insieme degli strumenti gestiti e organizzati dalle banche e dagli altri soggetti abilitati a prestare servizi di pagamento: assegni, bonifici, addebiti diretti, carte (una spiegazione di cos’è e come si crea la moneta è consultabile sul sito della BCE alla pagina https://www.ecb.europa.eu/explainers/tell-me-more/html/what_is_money.it.html)". 
L'AGCM avvisa, pertanto, che non darà seguito ad alcuna comunicazione di soggetti che intendono creare e utilizzare moneta scritturale.

numero verde 800 166 661

Il Call Center svolge le attività di prima informazione e supporto al pubblico, funzionali all’esercizio delle competenze demandate alla Direzione Generale per la Tutela del Consumatore, fornendo assistenza qualificata al pubblico, orientamento ai consumatori sulle modalità di segnalazione di pratiche commerciali potenzialmente scorrette e informazioni ai segnalanti.